Sanremo 2020, terza serata delle ore piccole (ma che fa share)

La settantesima edizione della kermesse sembra essere davvero il festival delle “ore piccole”. La serata di ieri giovedì 6 febbraio è terminata alle 2:05 circa dopo quasi 5 ore di spettacolo. La terza serata del Sanremo 2020 è dedicata alle cover e ai duetti dei 24 Big in gara. Gli artisti interpretano le canzoni che hanno segnato la storia del Festival. A giudicare le performance questa volta sono i musicisti e i coristi dell’orchestra. Sul palco ad accompagnare Amadeus Georgina Rodriguez e la conduttrice albanese Alketa Vejsiu. Tra gli ospiti dell’Ariston Mika, Lewis Capaldi, Roberto Benigni e Gaia Girace e Margherita Mazzucco protagoniste de “L’amica geniale”. L’ospite fisso Tiziano Ferro si esibisce invece solo dopo la mezzanotte. Tra il pubblico il fuoriclasse Cristiano Ronaldo. Continuano inoltre i risultati incredibili dello share, arrivato stasera al 54,5% totalizzando 9,8 milioni di telespettatori.

Sanremo 2020: le cover dei 24 Big in gara

Aprono la serata le esibizioni di Michele Zarrillo e Junior Cally, reduce dall’ultimo posto della sera prima, che si esibisce con i Viito nella versione raggae di “Vado al massimo” di Vasco Rossi.

Non stupisce la gag di Amadeus. Il conduttore infatti annuncia Georgina Rodriguez accogliendola con una maglietta metà juventina e metà interista. Georgina presenta l’esibizione di Marco Masini.

Anche questa sera si parla di violenza sulle donne. Salgono sul palco Gianna Nannini, Laura Pausini, Emma Marrone, Elisa, Alessandra Amoroso, Giorgia e Fiorella Mannoia. Le artiste presentano il loro concerto “Una, nessuna e centomila” in programmazione il prossimo 19 settembre. I ricavati del progetto saranno evoluti ai centri antiviolenza.

Si continua con Riki, Raphael Guallazi e Anastasio. Dopo un’ulteriore gag di Amadeus, incentrata sul calcio, si procede con l’esibizione di Levante e Alberto Urso – che duetta con Ornella Vanoni, icona della musica italiana.

Le altre cover e gli ospiti della terza serata

Colpisce la naturalezza di Alketa Vejsiu, che con il suo italiano perfetto diventa la regina del palco. Si procede con l’esibizione di Elodie, seguita da Lewis Capaldi, il cantautore scozzese ospite della serata. Mentre Georgina incanta il pubblico con un sensualissimo tango.

Arriva finalmente il momento più atteso della serata, il ritorno all’Ariston dopo ben 9 anni di Roberto Benigni, il quale conquista il palco con il suo “Cantico dei Cantici” della Bibbia, e dice: Nel Cantico dei Cantici c’è l’amore, la dolcezza, l’amore fisico, e questo fa più paura delle guerre”.

Si riprende con i Pinguini Tattici Nucleari, Giordana Angi, Le Vibrazioni, Diodato, Tosca, Rita Pavone e un imprevedibile Achille Lauro che si presenta sul palco accompagnato da Annalisa travestito da David Bowie.

Mentre Morgan viene meno alla promessa di non presentarsi sul palco e si esibisce con Bugo.

Si continua con Irene Grandi, Piero Pelù, Paolo Jannacci, Elettra Lamborghini. L’ultimo a esibirsi è Francesco Gabbani che calca il palco dell’Ariston vestito con una tutta da astronauta.

A fine serata la giuria premia il duetto di Tosca con Silvia Perez Cruz.

Sale invece al ventunesimo posto Junior Cally.

Ultima posizione per Bugo e Morgan.