In esclusiva a Taca La Marca è intervenuto Nicolas Galazzi, calciatore del Piacenza, il quale ai nostri microfoni si è soffermato sulla ripresa del campionato e sulla sua esperienza con il club emiliano, ecco quanto emerso:

Percorso – “Il mio percorso lo reputo positivo, nonostante sia stato un anno difficile, caratterizzato dal salto di categoria. Ho cercato durante l’allenamento e le partite di integrarmi nel migliore dei modi. Con la squadra possiamo fare molto di più, e nel girone di ritorno vogliamo prenderci alcune rivincite soprattutto in quelle sfide perse nei minuti finali.”

Il calcio professionistico – “Volevo fortemente Piacenza, sono arrivato qua già due anni fa, poi sono andato in prestito in D, avevo voglia di confrontarmi con il calcio professionistico partendo da questa piazza e vestendo questa maglia. Piacenza è una società seria che merita altri palcoscenici.”

Manzo – “Con il mister mi trovo molto bene, spero di ripagare le sue scelte tutte le volte che mi farà scendere in campo, sono contento della sua fiducia e voglio ripagare lui e il Piacenza dando il mio contributo per la salvezza.”

Esperienza Inter – “Una delle esperienze che tutti i ragazzi sognano, sono arrivato un po’ grande nelle giovanili dell’Inter, catapultato dalla provincia a fare allenamento con la prima squadra dei nerazzurri. Questa avventura mi ha fatto crescere tantissimo, purtroppo è durata poco. Ho avuto
delle sensazioni positive soprattutto da parte di Ranocchia e D’Ambrosio.”

Idolo – “Da piccolino mi piaceva Ozil, adesso ammiro molto Barella.”

La prima rete tra i professionisti- “È stata una giornata perfetta, abbiamo ottenuto una vittoria meritatissima con il Pro Sesto, impreziosita da un mio gol ed un assist, è stata una liberazione.”

Covid – “Quando abbiamo dovuto affrontare delle situazioni particolari c’era paura, si aspettava l’esito dei tamponi, sperando in notizie rassicuranti. Sicuramente ciò ha inciso sul nostro percorso nel girone d’andata, ovviamente purtroppo questo fa parte delle regole del gioco.”

Pro Vercelli – “Sappiamo che questa posizione non ci rappresenta, purtroppo nel calcio gli episodi fanno la differenza, dobbiamo invertire questo trend. Ci aspetta una partita difficile con la Pro Vercelli. “

Over del Piacenza – “Tutti i calciatori più esperti hanno dato il loro apporto per favorire la crescita dei compagni più giovani. In particolare modo sono un esempio i vari Maritato, Gonzi, D’Iglio, Pedone.”